nell’ambito di

con il sostegno di

Progetto vincitore del bando VitaminaG nell’ambito del programma GenerAzioniGiovani.it
finanziato dalle Politiche Giovanili della Regione Lazio con il sostegno del Dipartimento per la Gioventù

Scopriamo insieme spazi, servizi e percorsi amichevoli

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani afferma il diritto di ciascuno a partecipare alla vita culturale e di godere delle arti (art.27), principio ribadito dalla Convenzione di Faro che l’Italia ha sottoscritto il 27 febbraio 2013 e ratificato solo nel 2020: a coloro i quali è preclusa questa esperienza è precluso anche l’inserimento nella società.

E’ partendo da queste considerazione che l’associazione Not Equal si impegna quotidianamente da 13 anni, allo scopo di: contribuire allo sviluppo e alla diffusione di una cultura della neurodiversità; favorire la socialità e l’inclusione di persone nella condizione autistica; costruire un’offerta culturale che tenga in considerazione le specificità di un pubblico neuroatipico. Le persone neuroatipiche infatti, possono interagire con gli altri e con l’ambiente in modi molto diversi rispetto alle persone neurotipiche e questo può influire seriamente sulla qualità della loro vita. Difficoltà relazionali, ipersensibilità sensoriale, stereotipie, sono solo alcuni dei motivi per i quali, molte persone nella condizione autistica tendono a frequentare sempre gli stessi spazi, a ridurre al minimo gli spostamenti e ad limitare le interazioni sociali. Queste persone possono avere la necessità di conoscere e frequentare contesti protetti, confrontarsi con interlocutori capaci di riconoscere, gestire e assecondare le loro esigenze e specificità, in altre parole hanno bisogno di luoghi, spazi, servizi e percorsi amichevoli.

Questi posti esistono, il problema è trovarli.

Con autismfriendly.it vogliamo documentare le iniziative culturali e sociali pensate da e per persone neurodiverse e dare loro visibilità. In altre parole vogliamo avviare una mappatura di luoghi, spazi, eventi, manifestazioni, percorsi, contesti cosiddetti autism-friendly, cioè che dedicano particolare attenzione alle persone autistiche e, più in generale, alla disabilità e alle diversità culturali. Partendo dal territorio della regione Lazio, realizzeremo schede, servizi, reportage, video-interviste, podcast. 

Tutto questo in un’ottica neuroatipica, perchè la redazione sarà in prevalenza composta da persone che si riconoscono nella condizione autistica

Nelle intenzioni, non si tratterà di un semplice sito di informazioni sulle iniziative socio-culturali del territorio in cui viviamo, ma di uno strumento in grado aiutarci nella vita di tutti i giorni e al quale chiunque potrà contribuire. Partendo dalla propria quotidianità, ciascuno potrà segnalare, condividere, recensire, premiare i propri contesti amichevoli, e fornire dettagli che, se insignificanti per le persone neurotipiche, possono essere vitali per chi, come noi, è nello spettro.

Come collaborare

1. Entra nella Redazione

Se hai meno di 35 anni e vivi a Roma o dintorni e ti riconosci nella condizione autistica, puoi presentare la tua candidatura per entrare a far parte della nostra redazione.

Oltre a collaborare alla costruzione del sito, ogni redattore potrà frequentare gratuitamente workshop formativi di videomaking, scrittura creativa, public speaking, podcasting.

 

2. Diventa un Early Adopter

Essere un early adopter significa essere tra i primi utilizzatori del sito.

Potrai aiutarci concretamente a svilupparlo, inserendo i tuoi luoghi friendly,  testando l’interfaccia, proponendo modifiche,  segnalando iniziative, contribuendo a creare la community di autismfriendly.it.

Chiunque può presentare la propria candidatura, indipendentemente dall’età o dalla residenza.

3. Proponi – Chiedi

Vuoi collaborare in altro modo? Gestisci luoghi, esercizi, contesti amichevoli?
Organizzi iniziative autism friendly?

Vuoi sapere se la tua attività ha le caratteristiche per essere autism friendly?

Non esitare a contattarci.





Contattaci

Compila il form

Raccontaci qualcosa di te. Le tue passioni, i tuoi studi. Come vorresti collaborare? 

Ti contatteremo

Se sei interessato a partecipare alla redazione, ti contatteremo al più presto.

Entra nel team

Se vuoi contribuire alla mappatura, tieniti pronto, ti avvertiremo appena il sito sarà attivo.

Contribuisci

Intanto, aiutaci a far nascere la comunity, segnalando ai tuoi amici questa pagina.

    Chi sei
    Nome
    Cognome
    Età
    Città di residenza
    Raccontaci qualcosa di te
    Hai un tuo luogo friendly preferito?
    Sei interessato a
    La tua email

    Hai problemi a compilare il form? Inviaci una email all’indirizzo info@autismfriendly.it

    Chi siamo

    NOT EQUAL è un’associazione culturale fondata nel 2008 in seguito alla vittoria del bando nazionale “Giovani idee cambiano l’Italia” indetto dall’allora Ministero delle Politiche Giovanili, con il progetto del primo videogioco-simulatore al mondo di disabilità motoria. Dal 2008 organizza attività laboratoriali fondate sull’uso del cinema come strumento di educazione non formale, di aggregazione ed inclusione sociale per giovani nella condizione autistica. Il cineclub dei ragazzi (dal 2008), laboratorio teorico pratico che si serve del cinema come strumento di socializzazione ed inclusione per ragazzi nello spettro autistico, è stato inserito dall’ANG agenzia nazionale per i giovani, tra le Buone Prassi nell’ambito del programma comunitario youth in action 2007-2013. Dal 2013 NOT EQUAL organizza, in collaborazione con MAXXI,  As Film Festival, il primo festival internazionale del cortometraggio curato con la partecipazione attive di persone con sindrome di Asperger, per il quale ha ricevuto la medaglia del Presidente della Repubblica, l’alto patrocinio del Parlamento Europeo.

    Nel 2017 NOT EQUAL è tra i vincitori del bando Migrarti indetto dal MIbact, con la rassegna Cosi’ lontano cosi’ vicino, storie di migranti. Nel 2018 grazie alla vittoria del bando Cosa Vuoi Fare da Giovane, indetto dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, l’associazione ha avviato a Roma, in via Tripolitania 57, T57, il primo Centro culturale autism-friendly.

    Nello stesso anno, con la vittoria del bando indetto dal Miur nell’ambito del Piano Nazionale Cinema nelle scuole con il progetto AS Film Festival School ha avviato un progetto di alfabetizzazione cinematografica con scuole medie e superiori della regione Lazio. Nel 2021 As Film Festival, alla sua nona edizione, vince per il 6°anno consecutivo il bando Cinepromozioni. Nello stesso anno l’associazione è tra i vincitori del bando Vitamina G, nell’ ambito del programma GenerAzioniGiovani.it finanziato dalle Politiche Giovanili della Regione Lazio con il sostegno del Dipartimento per la Gioventù.